VMC – La Ventilazione Meccanica Controllata

BENESSERE E RISPARMIO ENERGETICO PER LE CASE DI ULTIMA GENERAZIONE

 

E’ una delle più recenti applicazioni tecnologiche che sta mutando profondamente le caratteristiche delle nuove abitazioni, con effetti particolarmente benefici sulla qualità della vita e sul risparmio energetico.

Negli ultimi anni la ricerca ha portato ad una grande evoluzione dei sistemi termici, sia per il riscaldamento invernale, che per il raffrescamento estivo. Le tecnologie di isolamento hanno fatto passi da gigante e ridotto drasticamente i consumi energetici. Ormai i nuovi quartieri non vengono più allacciati alla rete del gas metano perché l’energia termica è prodotta dalle nuovissime pompe di calore che oggi hanno rendimenti inimmaginabili fino a poco tempo fa. Anche per cucinare non serve più il gas, infatti le nuove cucine ad induzione presentano tanti vantaggi, sicurezza e grandi risparmi. Possiamo tranquillamente affermare che tra le case di una decina di anni fa e di oggi c’è una enorme differenza, direi inimmaginabile, sia per prestazioni che per dotazioni.

Tornando agli isolamenti termici, alla evoluzione e perfezionamento dei nuovi impianti ad altissime prestazioni, senza nemmeno escludere le caratteristiche avanzate dei nuovi infissi, che praticamente sigillano completamente la casa, siamo forse arrivati al limite massimo del contenimento energetico agendo su questo fronte. Proprio tutti questi aspetti, in primis gli infissi che sigillano gli ambienti assieme al ritmo sempre più frenetico della vita che riduce il tempo a nostra disposizione, ha fatto emergere alcune problematiche: comparsa di umidità nei muri, di muffe, di zone a temperatura troppo differenziate, presenza di batteri ed organismi vari, aria umida e viziata all’interno degli ambienti che tendono così ad essere malsani. Tutti elementi che in passato non conoscevamo, quando le stagioni erano diverse, senza temperature estreme e rapidissime variazioni, senza tinteggiature dei muri di tipo lavabile, senza infissi ermetici, anche se di contro le temperature interne agli ambienti erano meno confortevoli a causa degli spifferi, della traspirabilità dei muri semplicemente tinteggiati a calce e non isolati, ecc…

Oggi la fretta di correre al lavoro, la pigrizia, il timore del freddo fanno sì che non ci sia più l’abitudine di aprire le finestre per ventilare la casa almeno quella mezz’ora al mattino. Pensiamo anche al vapore e all’umidità prodotta dalla cottura dei cibi, da una doccia bollente, dalle persone che respirano… Litri e litri di vapore acqueo e umidità che quotidianamente si vanno a rintanare nei muri, negli intonaci, negli anfratti…

Per risolvere queste problematiche recentemente nelle case nuove e di maggior pregio, è stata introdotta la Ventilazione Meccanica Controllata (abbreviato in VMC), che automaticamente provvede al ricambio d’aria senza dover spalancare le finestre e quindi senza raffreddare gli ambienti, evitando così dispersioni termiche.

Ma come funziona questa VMC?

L’aria calda interna, viziata, viene espulsa tramite una ventola, passa attraverso uno scambiatore ceramico che viene così riscaldato raffreddando l’aria in uscita. Dopo poche decine di secondi il flusso si inverte per fare entrare l’aria esterna fredda e pulita, che attraversando lo stesso scambiatore si riscalda; il ciclo si ripete più volte a seconda della programmazione e dei tempi impostati. Ci possono essere anche vari accessori, come filtri, telecomandi, timer di programmazione, ecc… Un sistema molto semplice, utile e risparmioso, sia per l’inverno che per l’estate.

Ci sono diversi tipi di impianti:

  • puntuali, adatti ad un appartamento medio, si colloca nei bagni, cucine o camere da letto;
  • centralizzati, mediamente complessi per gestire un grande appartamento o una villetta, anche con macchine scambiatrici più evolute, condutture di adduzione e di aspirazione celate in controsoffitti appositamente realizzati;
  • grandi edifici pluripiano, sistemi molto complessi e costosi anche nella gestione, dove gli impianti più voluminosi e complicati vengono collocati sul tetto e serviti da grandi condutture verticali che raggiungono tutti gli appartamenti attraverso appositi cavedi posti spesso nei vani scala.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *